Perché un corvo somiglia a uno scrittoio?

Perché un corvo somiglia a uno scrittoio?


Chi, tra gli amanti di Alice nel paese delle meraviglie, non ha mai provato a risolvere l’indovinello del Cappellaio Matto?
Per chi non l’avesse ancora sciolto, ecco a voi la risposta: entrambi hanno a che fare con le penne!
Ma cosa c’entra tutto questo con il design? Il simpatico interrogativo ci ha fatto mettere a fuoco la moltitudine di oggetti di design ad imitazione della natura, mondo animale compreso, che valorizzano le interior house più creative.
Che la natura sia una grande fonte d’ispirazione è noto ai professionisti di ogni ambito ma per i designer è una verità assoluta.
Alberi, foglie, rocce, nuvole, uova, scimmie, mucche, cervi e così via suggeriscono ora reticoli appuntiti ora silhouette morbide e sinuose nelle quali cullarsi e rilassarsi o di cui servirsi come basi d’appoggio e contenitori pratici oltre che sorprendenti.

Tradizionali o innovativi nel materiale (si evidenzia l’impiego delle plastiche, resine e siliconi inclusi), questi arredi coniugano la forma alla funzione e regalano momenti d’ilarità sdrammatizzando ambienti fin troppo equilibrati.

Il design è divertimento

e un’eccezione (almeno una!) è concessa: regalate alla vostra casa un dettaglio onirico e caratterizzatela di magia.

Scegliete tra una carta da parati con le immagini di un circo o di una giungla, un tavolino con le zampe, accessori dalle forme botaniche, mensole a imitare i rami di un albero e vi verrà subito voglia di camminare a piedi scalzi. Il dettaglio irrinunciabile? Una pianta vera!
Noi ti consigliamo di sceglierne una grassa: arreda, necessita di pochissima manutenzione e, cosa non da poco, assorbe le onde elettromagnetiche che provengono dai dispositivi fornendo un ottimo aiuto contro l’inquinamento domestico.